Zia denuncia il nipote di otto anni per averle inavvertitamente causato la frattura del polso

Zia denuncia il nipote di otto anni per averle inavvertitamente causato la frattura del polso

La richiesta di 127.000 dollari di risarcimento è stata fatta durante l’ultima udienza.

La zia di Sean Tarala, la Sig.ra Jennifer Connell, ha avanzato questa richiesta dopo che nel 2011 suo nipote le ha inavvertitamente causato la rottura di un polso in seguito ad una manifestazione d’affetto troppo ‘prorompente’.

La donna ritiene che il bambino, che all’epoca aveva otto anni (!), sia stato decisamente disattento ed imprudente nel momento in cui le corse incontro tuffandosi tra le sue braccia per salutarla al suo arrivo nel giardino di casa.

Quando il 18 Marzo 2011 la donna si presentò a casa di suo nipote, che compiva gli anni, lo trovò in giardino mentre stava giocando con la sua mini-motocicletta. Il bimbo, all’arrivo della parente, lasciò il giocattolo per correrle incontro e tuffarsi tra le sue braccia gridandole ‘Zia ti amo‘. La donna però al momento del contatto con il nipote perse l’equilibrio e cadendo si fratturò un polso.

Decise quindi di chiamare in causa il suo nipotino per ottenere un congruo risarcimento.

Il bambino, ora dodicenne, si è presentato in aula molto intimidito, accompagnato dal padre.

Sean, tra l’altro, ha recentemente perso la mamma a causa di una grave malattia.

La zia in aula ha spiegato che da quel giorno la sua vita è cambiata radicalmente: ‘Ero a cena fuori l’altra sera e non sono riuscita nemmeno a sollevare un piatto‘, ha protestato.

Il suo avvocato c’è andato giù altrettanto pesante sostenendo che il bambino ‘doveva immaginare che il suo comportamento avrebbe potuto causare gravi conseguenze‘.

FONTI: fox6now.com       theguardian.com

Tagged with:

Related Articles