Resurrezione fallita, asceta Pachistano arrestato per omicidio

Resurrezione fallita, asceta Pachistano arrestato per omicidio

(17 September 2014, Pakistan)

Per cinque anni un popolare Sufi, asceta, Pachistano ha serenamente provveduto all’ esecuzioni di ‘miracoli’ a favore degli abitanti dei villaggi nei pressi di Mubarak Abad, nel Punjab.

Ora, con l’intenzione di aumentare ulteriormente la sua popolarita’, l’asceta ha deciso di fare un passo ulteriore: esibirsi in una vera e propria ‘resurrezione’ davanti ai suoi devoti fedeli.

L’uomo pero’ non desidera resuscitare un banalissimo cadavere putrefatto bensi’ un morto fresco di trapasso. Chiede cosi’ ai suoi seguaci di mettere in giro la voce che avrebbe ‘resuscitato’ soltanto un uomo sposato con figli e di grande fede. Qualcuno cioe’ con un grande desiderio di tornare in vita, non un ‘suicida’ qualunque.

E’ stato cosi’ che, evidentemente sopraffatto da una mistica Darwiniana, il quarantenne Muhammad si e’ avvicinato al santone proponendosi per essere ucciso, e presumibilmente resuscitato, il giorno successivo .

Riassumendo: il Martedi’ il santone ha messo in giro la voce, il Mercoledi’ Muhammad, l’uomo propostosi per la resurrezione, e’ stato regolarmente ucciso, il Giovedi’ il santone troppo ottimista era dietro le sbarre per omicidio.

Generalmente i casi di omicidio non vengono presi in considerazione per l’annuale Premio Darwin, specificano sull’accreditato sito ufficiale del premio DarwinAwards.com. Pero’, in questo caso, ritengono che il volontario Muhammad si sia proprio meritato la ‘nomination’.

Fonti  : www.darwinawards.com

:  www.tribune.com.pk

:  www.timeslive.co.za

:  www.business-standard.com