Extracomunitari? No, in Friuli creato il campo ‘profughi’ per soli Italiani

Extracomunitari? No, in Friuli creato il campo ‘profughi’ per soli Italiani

 

Perchè agli stranieri si ed agli Italiani no?

Quante volte abbiamo sentito questa domanda in tv o parlando con gli amici o magari l’abbiamo letta sui giornali?

Quante volte, probabilmente, noi stessi ce lo siamo chiesti senza trovare alcuna plausibile e logica spiegazione ad una situazione che oggettivamente punisce gli indigenti Italiani a favore di quelli extracomunitari?

Non è in discussione l’assistenza che, per carità, va assicurata sempre e comunque; con questo gesto si vuole sottolineare la disparità di trattamento tra gli Italiani e gli stranieri.

Questi ultimi pranzano a spese dello Stato, dormono a spese dello Stato ed ottengono servizi ed assistenza che gli Italiani indigenti non possono neanche sognare.

Ecco quindi che a Udine, in Friuli Venezia Giulia, è stato creato il primo campo ‘profughi’ dedicato soltanto ai poveri Italiani.

Ora, certo, ‘profughi’ è una provocazione perchè gli Italiani profughi non sono, tecnicamente. Ma, finalmente, qualcuno sta cominciando a voler offrire agli indigenti Italiani gli stessi minimi servizi ( almeno quelli ) che vengono quotidianamente assicurati agli extracomunitari.

Il campo è stato costruito a Pavia di Udine da alcuni volontari del gruppo Pronto soccorso sociale e solidarietà nazionale ed ospita, per il momento, tre Italiani privi di casa che vivono molto al di sotto della soglia di povertà.

Vogliamo un tavolo di concertazione in prefettura e con la Provincia e chiediamo la stessa parità di trattamento degli immigrati‘.

Ben detto! Speriamo che l’iniziativa abbia un seguito.

campo profughi per italiani