22 militari dell’ Esercito Italiano bloccati in alta montagna in Friuli Venezia Giulia

22 militari dell’ Esercito Italiano bloccati in alta montagna in Friuli Venezia Giulia

Un plotone dell’Esercito Italiano è salito in quota sul monte Scinauz, a nord-est dell’abitato di Pontebba, in Friuli Venezia Giulia, ieri mattina per effettuare alcune esercitazioni ed operazioni di manutenzione su un vecchio radar della Nato.

Ieri sera però, colti di sorpresa dalle forti piogge e dalla nebbia, hanno deciso di trascorrere la notte nella vecchia struttura a 1600 mt sul livello del mare.

Trascorse 24 ore si ritrovano ancora bloccati dal maltempo ed impossibilitati a tornare a valle con i normali mezzi dell’esercito. ( sich )

Per questo hanno chiesto aiuto al Soccorso Alpino ed alla Guardia di Finanza che in questi minuti si stanno attivando per riportarli ‘a casa’ con i loro mezzi. ( stra sich ! ).

Se da un lato i poveri militari hanno ben poca responsabilità rispetto alla situazione in cui sono venuti a trovarsi c’e’ da chiedersi chi sia l’ufficiale che ieri, senza controllare le previsioni del tempo, abbia dato il via all’operazione in un’area cosi’ impervia e difficile da raggiungere.

Non ci fa proprio questa gran bella figura l’Esercito Italiano a farsi venire a recuperare dal Soccorso Alpino, non trovate?

E poi vogliamo andare a combattere l’ISIS..